[mashshare]
balanite sintomi

Può capitare che l’uomo soffra di bruciore al pene.

Ciò non deve destare allarmismo né far pensare obbligatoriamente che siano i sintomi di una prostatite cronica.

A volte può capitare che una scarsa igiene o l’utilizzo di prodotti o detergenti eccessivamente schiumosi e aggressivi possa irritare e generare un’infiammazione a carico del pene conosciuta come balanite.

È importante imparare a riconoscerla di modo tale da curarla correttamente visto che questa patologia è in continuo aumento.

Balanite che cos’è

La balanite è un’infiammazione del glande ossia della parte terminale del pene che inizialmente può provocare un leggero bruciore, che se trascurato, può comportare prurito gonfiore e arrossamento.

Se l’irritazione dovesse essere importante può anche causare difficoltà a urinare.

Questa tipologia di infezione che può essere trasmessa durante i rapporti sessuali. Proprio per questo motivo diventa fondamentale riconoscerla in maniera tempestiva per evitare di contagiare la propria partner.

Balanite: le cause

Le cause della balanite sono varie e diverse. Vediamo passo per passo quali possono essere.

  • Scarsa e scorretta igiene intima

Spesso la causa della balanite è da imputare alla scarsa o scorretta igiene intima. Se il glande non viene pulito accuratamente lo smegma che si forma, si deposita sotto il prepuzio favorendo lo sviluppo della balanite.

Inoltre l’uso di detergenti troppo aggressivi spesso può comportare l’irritazione del pene che potrebbe essere l’anticamera per la balanite.

  • Infezioni come la Candida

La manifestazione della candida può negli uomini favorire la comparsa e lo sviluppo della balanite, infatti in questo caso si parla di balanite da candida.

  • Malattie benigne della pelle

Malattie come la psoriasi o il lichen possono favorire la comparsa della balanite;

  • Infezioni a trasmissione sessuale

A volte la balanite è causata da infezioni trasmesse sessualmente come la sifilide o la gonorrea o l’herpes genitale.

  • Frequenti rapporti con partner occasionali

La balanite è molto contagiosa e si trasmette sessualmente, pertanto rapporti frequenti, a maggior ragione se con partner occasionali, possono favorire la trasmissione e lo sviluppo dell’infezione.

Balanite: sintomi

Affinchè la cura della balanite possa avvenire il prima possibile è importante imparare a riconoscerla. In generale i sintomi della balanite risultano essere i seguenti:

  • Bruciore del pene
  • Prurito al pene
  • Dolore del pene
  • Glande arrossato
  • Rigonfiamento della zona infiammata
  • Secrezione di liquidi sierosi
  • Difficoltà a urinare
  • Perdite giallastre o biancastre

Inoltre devi sempre prestare attenzione anche ai seguenti sintomi:

Quando si avvertono questi sintomi è necessario rivolgersi ad un andrologo che tramite un esame visivo sarà in grado di diagnosticare la malattia.

È fondamentale curare in maniera corretta la balanite per evitare che si presentino delle recidive o delle complicazioni.

Quali sono le conseguenze della balanite nel caso non venga curata bene

È importante intervenire tempestivamente quando si ha la balanite in quanto, la balanite non curata potrebbe favorire lo sviluppo di alcune complicazioni.

Fimosi

Le cicatrici possono rendere la pelle meno elastica e rendere molto difficoltosa la ritrazione del prepuzio.

Balanite xerotica sclerosante

Comporta l’indurimento della sommità del pene con il rischio che l’urina si blocchi.

Parafimosi

Il prepuzio non riesce più a ricoprire il glande.

Diagnosi

In caso si avvertano alcuni dei sintomi messi in evidenza è necessario rivolgersi ad un andrologo o dermatologo venerologo che effettuerà la diagnosi.

Lo specialista si accerterà circa i sintomi e tramite un esame visivo valuterà gli eventuali segni presenti sul pene.

Tuttavia la balanite presenta sintomi molto comuni ad altre tipologie di infezione del pene, pertanto qualora la terapia proposta dovesse non dimostrarsi efficace sarà opportuno fare delle altre indagini cliniche.

A questo proposito ti consigliamo la lettura di questo articolo: Visita urologica maschile in cosa consiste?

Biospia della cute del glande

Si preleva un campione di tessuto del glande in anestesia locale. Il campione prelevato verrà analizzato al fine di accertare la presenza della balanite e individuare le sue cause.

Tampone e coltura cellulare

Nel caso si tratti di balanite infettiva permette di individuare l’agente patogeno.

Come curarla

Le cause della balanite possono essere diverse pertanto diventa fondamentale diagnosticare la causa allo scopo di iniziare una terapia corretta e mirata.

Balanite batterica

La terapia generalmente avviene tramite l’utilizzo di un crema antibiotica da applicare sul pene, e nel caso lo specialista lo ritenga opportuno sarà necessario affiancare una cura orale al fine di debellare definitivamente il batterio responsabile dell’infezione.

Balanite da candida o Balanite causata da infezioni da lieviti

Generalmente la terapia prevede l’applicazione di una crema antimicotica da applicare sulla zona irritata. Qualora non dovesse essere sufficiente il medico specialista potrebbe valutare una terapia antimicotica per via orale.

Rapporti sessuali

Durante la terapia è possibile avere rapporti sessuali protetti evitando di contagiare la propria partner.

Inoltre è necessario non dimenticare che il migliore trattamento è la prevenzione che permette di evitare il contagio da parte dell’infezione.

È necessario, pertanto, prestare molta attenzione all’igiene delle parti intime utilizzando “i detergenti intimi uomo” specifici o comunque non aggressivi. L’igiene intima dovrà essere effettuata quotidianamente e avvenire in maniera corretta.

Inoltre un’alimentazione priva di zuccheri sicuramente scongiura lo sviluppo e la formazione della balanite.

Leggi l’articolo su: 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here