follicolite pene rimedi

La follicolite pene consiste in un’infezione dei follicoli piliferi.

L’infezione può essere causata da batteri, virus oppure funghi.

Nel caso della follicolite pene, i follicoli possono anche essere danneggiati per qualche altra ragione e poi, in seguito a questo danneggiamento, possono essere invasi dai microrganismi patogeni.

Il tutto si traduce in un’irritazione della pelle e nella comparsa di brufoli sul pene.

La follicolite pene può essere davvero molto fastidiosa e deve essere trattata attraverso un’opportuna terapia prescritta da un medico, per evitare il rischio di complicazioni.

La regione inguinale è una delle zone del corpo più facilmente colpite da follicolite, che in generale costituisce un’infiammazione e un’infezione che possono colpire varie altre parti del corpo.

Ma vediamo quali sono più in particolare i sintomi della follicolite pene, le cause che ne stanno alla base e quali sono i rimedi per risolvere il problema.

Sintomi della follicolite

La follicolite può essere di due tipi e, a seconda della tipologia, si possono avere sintomi anche differenti.

La follicolite superficiale colpisce generalmente la parte più esterna del follicolo pilifero.

In questo caso la pelle appare arrossata e infiammata. Si ha la comparsa di brufoli infiammati o pieni di pus.

Le bolle piene di pus possono scoppiare e formare una crosta. Generalmente si prova una sensazione di prurito o di dolore, anche se questi ultimi due sintomi non sono sempre presenti.

Nella follicolite superficiale non c’è rischio di cicatrici.

Diverso è invece il caso della follicolite profonda, che colpisce le aree della cute più profonde che circondano il follicolo pilifero.

In questi casi le pustole hanno un rigonfiamento più grande. Si ha una sensazione di dolore sempre presente.

Le bolle piene di pus possono scoppiare e formare una crosta e possono lasciare anche delle cicatrici sulla pelle.

Cause della follicolite

Abbiamo già specificato che, nel caso della follicolite pene, le cause sono da rintracciare in un’infezione della pelle ad opera di microrganismi patogeni.

In generale comunemente la follicolite viene causata da un batterio chiamato Staphylococcus aureus. Questo microrganismo vive normalmente sulla pelle e, in condizioni normali, non arreca alcun disturbo o danno.

A causa di alcune condizioni che si verificano, il batterio può invadere il follicolo pilifero e riprodursi scatenando una vera e propria infezione.

Ma quali sono i danni che possono causare la follicolite pene?

Per esempio il follicolo pilifero si può danneggiare a causa di ferite, irritazioni, uso di particolari medicazioni oppure per il fatto che si usano abiti troppo stretti.

Si può avere un’ostruzione del follicolo pilifero, si possono manifestare malattie dermatologiche come l’acne oppure i danni ai follicoli possono derivare da un’eccessiva sudorazione.

Ci sono dei fattori di rischio che vanno considerati, per spiegare anche meglio l’instaurarsi di una follicolite in seguito ai danni che può subire la pelle.

Per esempio le dermatiti costituiscono un fattore di rischio non indifferente. E poi le abrasioni, l’esposizione all’acqua calda, l’umidità degli ambienti particolarmente elevata: anche questi sono fattori di rischio da prendere in considerazione.

Inoltre altre cause che potrebbero provocare danni alla pelle e quindi l’instaurarsi di una condizione di infiammazione e di infezione sono le terapie prolungate a base di alcuni farmaci specifici, come il trattamento con i cortisonici o l’uso a lungo termine di antibiotici.

Da numerosi studi è stato anche riscontrato che una causa fondamentale di follicolite può essere costituita dall’obesità: i danni alla pelle e la conseguente infezione possono verificarsi più frequentemente in chi è in sovrappeso.

Rimedi contro la follicolite

È molto importante, quando si sospetta di essere affetti da follicolite pene, rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Puoi consultare anche un dermatologo specializzato, in modo da ricevere una diagnosi precisa.

In base a questa, anche esaminando le cause che stanno alla base dell’infezione, il medico ti può consigliare la terapia più adatta.

I farmaci per la follicolite pene

Il medico può prescrivere dei farmaci determinati. Per esempio, per le forme di infezione causate dai batteri, potrai prendere degli antibiotici. Per le forme di follicolite pene causate da funghi, il medico può prescriverti degli antimicotici.

Per trattare l’infiammazione, se essa è particolarmente grave, potrà prescriverti il cortisone.

Tutti e tre questi farmaci si possono assumere per via orale oppure possono essere utilizzati per applicazione topica sotto forma di creme.

I consigli utili

In caso di follicolite pene, può essere utile seguire alcuni consigli che a volte si dimostrano fondamentali, soprattutto per non irritare ulteriormente la pelle e per non permettere all’infezione di diffondersi.

È molto importante non grattare le papule che si formano sulla pelle.

Se occorre, per qualche giorno non ricorrere alla depilazione. Durante la fase acuta della malattia, è essenziale lavare gli asciugamani ogni giorno.

Quando ti lavi, usa dei detergenti non aggressivi, che rispettino il PH della pelle e in particolare di quello della zona inguinale, molto delicata.

Per asciugarti, non sfregare la pelle, ma tampona leggermente con un asciugamano.

Evita di indossare indumenti attillati, perché questi potrebbero impedire la traspirazione della pelle.

Non condividere gli asciugamani con altre persone, perché potresti favorire il contagio.

Se il prurito è particolarmente intenso, puoi effettuare un impacco tiepido per esempio con un asciugamano bagnato diverse volte al giorno.

Evita di esporti ad ambienti eccessivamente umidi, mentre potresti provare per esempio con l’esposizione all’aria fresca.

Se ti depili e non vuoi sospendere questa pratica per qualche giorno, preferisci l’uso del rasoio elettrico piuttosto che le lamette, in modo da radere meno in profondità e in modo da non danneggiare ulteriormente la cute.

Quando hai completato la rasatura, non sfregare sulla pelle con un asciugamano, ma tampona in maniera delicata.

Per quanto ti è possibile, cerca di evitare tutte quelle condizioni e quelle situazioni che comportano un’eccessiva sudorazione.

Lava la zona infetta almeno due volte al giorno utilizzando possibilmente un detergente antibatterico.

Evita di cospargere la pelle di prodotti oleosi, che possono intrappolare i batteri sulla pelle. Dopo episodi di eccessiva produzione di sudore, come per esempio dopo aver praticato attività fisica, fai la doccia.

Fai attenzione anche all’igiene, se ti immergi nell’acqua di vasche e piscine, specialmente quando usi le vasche pubbliche. In questo caso sarebbe sempre meglio fare una doccia, dopo essere usciti dalla vasca.

Approfondimenti utili:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here