gambe pesanti gambe stanche

Il problema delle gambe pesanti si presenta soprattutto in estate, anche se alcuni soffrono di gambe pesanti e doloranti in qualsiasi stagione.

Spesso si tratta proprio di gambe gonfie e pesanti che danno molto fastidio.

Per esempio può essere che il problema sia dovuto al fatto che a livello delle caviglie e dei piedi si accumulino liquidi e in questo caso soprattutto si manifesta il gonfiore.

Oppure il problema può essere dovuto alle infiammazioni legate a dei traumi che le gambe subiscono, presentandosi come gambe pesanti e dolenti.

Si potrebbe trattare pure di malattie legate alle articolazioni.

È molto importante in questi casi recarsi dal proprio medico di fiducia per fare un controllo, anche per escludere che si tratti di vere e proprie patologie che potrebbero essere legate a problemi cardiaci.

Il medico sicuramente ti potrà indicare quali sono le cause individuabili e quali sono i rimedi da adottare.

Sintomi del problema

Quali sono i sintomi delle gambe pesanti?

Per le gambe pesanti e dolenti è evidente che si soffre di stanchezza alle gambe e pesantezza alle gambe.

Si hanno le gambe stanche e pesanti.

Si soffre di un gonfiore spesso localizzato sotto le caviglie e a volte ci può essere la presenza di vene varicose.

Le gambe pesanti e stanche si configurano come arti che presentano una sensazione di bruciore e di formicolio.

Cause del disturbo

Quali sono per le gambe pesanti le cause da considerare?

Sono davvero molte, infatti vogliamo dirti in maniera dettagliata chi più è a rischio di soffrire di gambe pesanti.

Spesso hanno familiarità con questo problema coloro che presentano disturbi microcircolatori.

Questi ultimi possono subentrare anche a causa di una predisposizione genetica, che poi con gli anni interagisce con alcuni problemi legati all’ambiente o alle situazioni che si vivono, come il sovrappeso, la gravidanza o eventi traumatici.

È più facile che abbia il problema delle gambe pesanti chi svolge lavori sedentari oppure chi passa molto tempo in piedi.

In entrambi i casi il sangue sosta troppo a lungo nelle vene delle gambe e provoca una sensazione di fastidio.

Allo stesso modo chi viaggia spesso, prendendo di frequente l’auto, il treno o l’aereo, può soffrire del problema delle gambe stanche, soprattutto a causa delle posizioni scomode o sbagliate che si assumono nel viaggiare.

Il problema può essere caratteristico anche di persone che soffrono di diabete, di chi fuma, di chi indossa spesso vestiti eccessivamente stretti, tutte cause di problemi di circolazione.

Inoltre è stato verificato che anche una cattiva alimentazione incide molto.

Soprattutto si tratta di chi consuma troppi cibi ricchi di grassi e poveri di fibre, che possono determinare anche l’aumento del peso corporeo.

In particolare la carenza di fibre rallenta il transito intestinale e può contribuire a dare una sensazione di pesantezza che si riversa proprio sulle gambe.

Particolarmente attenti devono stare anche coloro che praticano sport.

Infatti per esempio chi si dedica al ciclismo, alla corsa o al calcio potrebbe riportare delle contratture muscolari e una situazione di accumulo di acido lattico nei muscoli.

Tutto ciò può comportare infiammazioni e crampi.

Il problema delle gambe pesanti può essere caratteristico anche di chi soffre di trombosi venosa profonda.

A volte le gambe stanche sono accompagnate da varici di cui ti forniamo molte info qui.

Come vedi, le cause sono davvero tante, per questo è molto importante rivolgerti al tuo medico di fiducia, che, individuando un problema specifico, può intervenire in maniera più precisa.

Rimedi per risolvere il problema

Per le gambe stanche i rimedi da adottare quali sono?

Vediamo per le gambe pesanti i rimedi quali sono.

Naturalmente ti consigliamo in primo luogo, se vuoi trovare un vero rimedio per le gambe pesanti, di fare affidamento su ciò che ti indica il tuo medico.

A volte una crema per gambe pesanti potrebbe soltanto alleviare il disturbo e non incidere fino in fondo nel risolvere il problema.

Molto spesso può essere necessario rivedere un po’ lo stile di vita in generale.

Per esempio non dovresti tenere molto a lungo abitudini sedentarie e potrebbe essere utile chiedere consiglio al medico su quanto sia opportuno effettuare un tipo di ginnastica dolce per riattivare la circolazione sanguigna e rafforzare i muscoli.

È ovvio che non bisogna sforzarsi eccessivamente, infatti bastano 30 minuti di camminata al giorno.

Gli sforzi eccessivi possono comportare dei traumi che rendono più complicata la risoluzione del problema.

Impara a mantenere una corretta postura, soprattutto se devi stare troppo a lungo in piedi usa delle calzature corrette, in modo da non aumentare lo stress sul sistema muscolo-scheletrico.

Cerca di puntare sulla prevenzione, per esempio puoi rimediare anche con un getto di acqua fredda sulle gambe, facendola andare dal basso verso l’alto per favorire la circolazione.

Alla fine della giornata sdraiati tenendo le gambe in posizione verticale o dormi con le caviglie sopra un cuscino.

I rimedi naturali

Ecco adesso alcuni consigli sui rimedi naturali che potrebbero aiutarti nel risolvere questi problemi.

Per esempio se soffri di disturbi relativi alla circolazione del sangue puoi fare dei massaggi con estratti di vite rossa.

Quest’ultima ha importanti proprietà antiossidanti e vasoprotettrici.

Molto utile anche il mirtillo nero, sempre da usare a livello topico, con dei massaggi che potrebbero favorire la protezione dei vasi sanguigni.

Il mirtillo nero è davvero una soluzione ottima per ridurre la stanchezza e la pesantezza delle gambe.

La stessa azione protettrice la ritrovi nella radice di rusco.

Inoltre puoi utilizzare per esempio altri rimedi erboristici, che riducono il gonfiore alle gambe, anche nel caso in cui si formino degli edemi.

A questo scopo ti indichiamo soprattutto l’azione benefica svolta dall’ippocastano.

Fra gli altri rimedi naturali consigliati per dare sollievo contro l’insufficienza venosa ci sono per esempio la centella asiatica e il ginkgo biloba.

Si tratta di classici rimedi della nonna che una volta venivano utilizzati e che puoi utilizzare, sempre per essere prudenti, contemporaneamente ai trattamenti indicati dal tuo medico, chiedendo consiglio a lui se anche questi rimedi naturali possano risultare benefici.

Prova anche i pediluvi con acqua fresca o, quando sei al mare, ad effettuare delle camminate lente lungo il bagnasciuga, sfruttando l’azione di idromassaggio naturale assicurata dall’acqua salata, in modo da impedire il ristagno dei liquidi nelle gambe.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here