puntini rossi sul glande senza prurito

I puntini rossi sul glande quando compaiono creano non poco allarmismo da parte degli uomini in quanto una delle malattie più temute, ossi l’HIV spesso comporta proprio la comparsa di puntini nelle zone genitali maschili in particolare sul glande.

In realtà le cause dei puntini sul glande e in particolare dei puntini rossi possono essere tante e molto diverse tra di loro.

In questo articolo ti indicheremo quali sono i sintomi che possono comportare i puntini rossi sul glande, quali sono le cause e quali le cure possibili.

Piccoli puntini rossi sul glande: quali sono i sintomi

Molto spesso quando un uomo nota dei puntini rossi sul glande sottovaluta i sintomi che essi possono comportare, che al contrario sono molto utili per individuare con certezza la causa.

Infatti nel caso dei puntini rossi sul glande i sintomi possono essere diversi:

  • Puntini rossi sul glande e bruciore
  • Puntini rossi sul glande e prurito
  • Puntini rossi sul glande senza prurito

I sintomi sono molto importanti e l’assenza o presenza di bruciore o prurito possono identificare cause molto diverse.

Inoltre bisogna fare molta attenzione a come progredisce la situazione ossia se i puntini tendono ad aumentare di numero e a coinvolgere anche altre zone degli organi genitali o al contrario tendono a scomparire spontaneamente.

Quali sono le cause che comportano i puntini rossi sul glande

Come ti dicevamo prima le cause che comportano la comparsa e lo sviluppo di puntini rossi sul glande con o senza prurito e bruciore possono essere molto diverse tra loro e non vanno assolutamente sottovalutate.

Puntini rossi sul glande cause?

Rispondiamo subito alla tua domanda. Vediamo insieme quali possono essere le cause più comuni!

Macchie di Fordyce

Molto spesso a causare i puntini sul glande sono le macchie di Fordyce . Non sono contagiose e non si trasmettono tramite i rapporti sessuali, la maggior parte delle volte la guarigione è spontanea e si presentano come dei puntini rossi, bianchi e giallastri sul glande.

Mollusco contagioso

È una patologia che comporta la formazione di brufoli sul corpo in generale e a volte anche sul glande. Si tratta di brufoli piccoli in rilievo che geralmente con il passare del tempo tendono a ingradirsi o cambiare forma.

Lichen planus

La lichen planus è una malattia che comporta la comparsa dei puntini rossi sul glande. È una malattia che in linea generale non deve destare preoccupazione e che può passare da sola senza l’intervento di alcuna cura. In ogni caso non va sottovalutata e merita il controllo di un medico.

Papule perlacee

Le papule perlacee sono delle escrescenze spesso confuse per verruche che affliggono il sesso maschile. In realtà sono del tutto innocue e in molti casi tendono a sparire spontaneamente, ma possono diventare motivo di disagio e imbarazzo nei rapporti sessuali. In ogni caso è possibile curarle per questo è indispensabile una visita da un andrologo.

Allergia

Altre volte si tratta di un’allergia. Si hai capoto bene! I puntini rossi, in alcuni casi, sono semplicemente dovuti ad alcune tipologie di tessuto o all’utilizzo di un detergente intimo troppo aggressivo che potrebbe averti dato fastidio o potresti essere allergico ad alcuni suoi componenti.

Angiocheratoma

Si tratta di un un solo puntino rosso che causa molto prurito e in alcuni casi anche bruciore e dolore. In questo specifico caso è necessaria una terapia mirata, per questo motivo diventa fondamentale una visita specilistica con un andrologo.

Candida

La candida è molto diffusa soprattutto tra i giovani. Si tratta di un fungo chiamato candida albicans che può comportare la comparsa di puntini rossi sul glande con prurito. Molto spesso a causare la candida sono ritmi di vita molto stressanti e irregolari che comportano lo sviluppo di questa fastidiosa infezione. A questo proposito puoi trovare informazioni preziose sul nostro articolo dedicato alla candida maschile dal titolo:Candida uomo: come riconoscerla e curarla

Puntini rossi sul glande dopo un rapporto sessuale

Un caso molto comune è quello di notare puntini rossi sul glande dopo un rapporto sessuale.

Le malattie sessualmente trasmissibili che possono comportare prurito e la comparsa di puntini rossi sul glande non sono sicuramente poche. Se hai questo dubbio puoi raccogliere informazioni utili sulle malattie sessualmente trasmissibili in questo articolo:Malattie sessualmente trasmissibili

In ogni caso una causa molto comune che comporta la comparsa dei puntini sul glande è la candida e pertanto cogliamo l’occasione per ricordarti di consultare il tuo medico di modo tale da iniziare il prima possibile una terapia e fino ad avvenuta guarigione sarà fondamentale astenersi dai rapporti sessuali o proteggersi durante i rapporti per evitare di contagiare la propria partner.

Come prevenire i puntini rossi sul glande

Sicuramente esistono degli accorgimenti utili per evitare di avere a che fare con i punti rossi sul glande

Quotidiana igiene intima

Innanzitutto è fondamentale curare le propria igiene intima in maniera corretta e costante. Molto spesso basta questo per prevenire lo sviluppo di varie infezioni. Ti consigliamo ti effettuare un’accurata igiene intima subito dopo aver avuto un rapporto sessuale.

Indossa capi in cotone

Sicuramente indossare slip di cotone e non di materiale sintetico è gia un buon inizio e si può rivelare molto utile nella prevenzione della comparsa dei puntini sul glande. Può aiutare anche indossare pantaloni non troppo stretti tyutti i giorni di modo tale da permettere la normale traspirazione della pelle.

Proteggiti durante i rapporti sessuali

Un’altra buona abitudine è quella di fare sesso protetto. L’utilizzo del preservativo ti tutela innanzitutto dalle malattie sessualemnte trasmissibili, alcune di queste molto gravi. Inoltre si rivela molto efficace nel prevenire fastidi come i puntini sul glamnde in quanto molto spesso il contaggio avviene proprio tramite i rapporti sessuali.

Puntini rossi sul glande cosa devi fare

Quando noti dei puntini sul glande la prima cosa che devi fare è prenotare un appuntamento da uno specialista e fissare una visita dermato – venerealogica. È importante non sottovalutare il problema e intervenire il prima possibile di modo tale da debellare una volta per tutte il problema.

Nell’attesa della visita è importante praticare una corretta igiene intima utilizzando un detergente non aggressivo e che rispetti il PH naturale della tua pelle. Inoltre ti consigliamo di indossare slip in cotone e evitando tessuti sintetici e pantaloni troppo stretti di modo tale da favorire la regolare traspirazione della pelle.

Cosa devi assolutamente evitare

Non sono pochi gli uomini che pur di non sottoporsi ad una visita dermato-venerealogica ricorrono al fai da te.

Ti ricordiamo che l’applicazione di creme potrà risolvere il problema solo momentaneamente e non debellarlo del tutto. Proprio per questo motivo è fondamentale che la crema ti venga prescritta da uno specialista  di modo tale che il problema possa essere risolto una volta per tutte.

La cura per i puntini rossi sul glande

Come ti abbiamo già detto più volte, l’unico a poterti indicare o prescrivere una cura è un medico specialista. l’andrologo dopo aver effettuato una visita, che spesso si basa sull’osservazione dell’organo genitale maschile che permetterà di chiarire la tipologia di irritazione, l’eventuale gonfiore del glande e chiarire con certezza la causa del problema.

In linea generale a seconda della causa il medico potrebbe prescriverti una cura a base di creme o pomate da applicare localmente o farmaci da assumere per bocca o entrambe.

Ci sono altri articoli interessati per te:

Oppure scegli l’articolo che ti interessa di più visitando la nostra pagina totalmente dedicata all’UOMO: CLICCA QUI!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here