croste in testa rimedi naturali

Le croste in testa nella maggioranza dei casi provocano prurito e si presentano come delle vere e proprie croste bianche, giallastre o rosse che sono posizionate sul cuoio capelluto e che non vanno assolutamente trascurate o prese alla leggera.

In questo articolo ti forniremo informazioni dettagliate su cosa sono le croste in testa, quali sono i sintomi, quali le cause, quali i rimedi e soprattutto cosa si può fare per prevenire questo fastidiosissimo problema.

Croste in testa che cosa sono

Come ti dicevamo prima, le croste in testa sono localizzate sul cuoio capelluto provocando prurito e a volte dolore.

Nello specifico quando si parla di croste in testa esse oltre ad assumere grandezza e forme diverse spesso si uniscono a sintomi differenti. Esistono dunque diverse tipologie di croste che è importante mettere in evidenza:

  • croste bianche in testa
  • croste gialle in testa
  • croste rosse in testa
  • croste secche in testa
  • croste di sangue in testa
  • croste in testa senza prurito
  • croste in testa e prurito
  • vere e proprie croste di sangue in testa
  • croste forfora in testa
  • croste in testa e perdita di capelli

Ciò che è certo è che quando si ha a che fare con le croste in testa molto spesso diventa difficile, se non impossibile non grattarsi irritando maggiormente il cuoio capelluto e favorendo la comparsa di altre croste.

Molte volte quando si avvertono e si notano le Croste in testa esse in realtà altro non sono se non la spia di un’anomalia del cuoio capelluto.

Psoriasi

La psoriasi è un’anomalia del cuoio capelluto che si presenta sotto forma di squame molto chiare che si caratterizzano per essere secche, per niente unte e pertanto non collegabili  ad un eccessiva produzione di sebo da parte della cute. Generalmente provocano molto prurito e il cuoio capelluto risulta arrossato.

Dermatite seborroica

La dermatite seborroica si caratterizza per la presenza di croste giallastre unte in concomitanza a capelli che tendono a sporcarsi subito o che comunque risultano grassi.

Molto spesso le croste diventano di colore rosso o sono sanguinanti a causa dell’eccessivo prurito incontrollabile il cui strofinamento irrita notevolmente il cuoio capelluto con corrispettiva caduta dei capelli.

È opportuno precisare che la caduta dei capelli non è causata direttamente dalla dermatite ma bensì a favorirla contribuisce l’azione di grattarsi la testa di continuo.

Forfora

In alcuni casi si notano le croste in testa e si scopre che si tratta di forfora le cui caratteristiche sono molto simili a quelle della dermatite seborroica e spesso diventa difficile riconoscerle e fare le dovute differenze.

Diciamo che la forfora si caratterizza per la presenza di croste giallastre molto unte il cui cuoio capelluto, allo stadio iniziale risulta poco o per niente arrossato e non provoca prurito.

Nello specifico, la forfora allo stato iniziale comporta semplicemente una desquamazione del cuoio capelluto che se non trattata adeguatamente può diventare dermatite seborroica. Se il tuo problema è la forfora ti consigliamo di leggere l’articolo:Desquamazione cuoio capelluto: Forfora grassa e Forfora secca.

Croste in testa sintomi

Quando si hanno le croste in testa adulti nella maggior parte dei casi si dà poco peso ai sintomi nonostante non siano pochi, e al contrario siano fondamentali, per rintracciare la causa e riconoscere un eventuale anomalia del cuoio capelluto tra quelle che ti abbiamo indicato prima.

Tra i sintomi più comuni:

  • presenza di crosticine bianche o giallastre di misura variabile
  • eritema, o arrossamento della pelle;
  • prurito in testa;
  • dolore al cuoio capelluto.

Le croste in testa, come ti abbiamo già detto, non vanno sottovalutate, ma richiedono l’intervento di uno specialista che una volta effettuata la diagnosi prescriverà la cura corretta.

Ricordati che qualora si trattasse di dermatite seborroica è importante intervenire il prima possibile per evitare che il prurito e lo sviluppo delle croste si espanda in altre zone del corpo come; ascelle, narici, sopracciglia, inguine  torace e schiena.

croste in testa

Croste in testa cause

Le cause che comportano la comparsa e lo sviluppo delle croste in testa possono essere molteplici, ma soprattutto molto differenti tra loro.

Ti spieghiamo meglio!

Cause genetiche

Se hai le croste in testa e ti hai la dermatite seborroica non puoi escludere che la causa sia genetica o ereditaria.

Nello specifico la dermatite seborroica si caratterizza per una forte componente ereditaria e molto spesso coloro che appartengono ad un nucleo familiare dove vi sono casi di dermatite seborroica è probabile che ne soffrano.

Cause dovute al grattamento

Shampoo scorretti ed aggressivi, eccessivi sfregamenti e un  grattamento continuo spesso contribuisce ad infettare il cuoio capelluto e favorire la comparsa delle croste in testa.

Cause infettive

A volte la causa delle croste in testa risiede in un lievito chiamato Malassezia furfur che cresce e risiede nei follicoli piliferi, ma alle volte cresce a dismisura causando arrossamenti ed irritazioni del cuoio capelluto.

Capelli grassi

I capelli grassi o capelli che si sporcano velocemente è più probabile che abbiano a che fare con le croste in testa. Infatti l’eccessiva produzione di sebo, tipica dei capelli grassi, spesso favorisce la formazione e lo sviluppo della forfora che qualora non venga risolta può aggravarsi e trasformarsi in dermatite seborroica causando la comparsa delle croste in testa.

Deficit delle difese immunitarie

Nel caso le difese immunitarie siano basse a causa di malattie importanti o gravi, può capitare che compaia e si sviluppi la dermatite seborroica.

Le conseguenze delle croste in testa

Le croste in testa possono comportare la caduta dei capelli. Rinforzare per tanto il cuoio capelluto e prevenire il problema diventa fondamentale per evitare una perdita improvvisa dei capelli.

Per risolvere il problema bisogna agire dall’interno assumendo un integratore specifico.

Noi ti consigliamo PROFOLAN! Un integratore che arresta la caduta dei capelli, ma soprattutto:

  • rinforza i follicoli piliferi
  • rafforza il colore dei capelli
  • favorisce la crescita di nuovi capelli

PROFOLAN COME FUNZIONA

ORDINA SUBITO PROFOLAN

Una vera e propria novità in grado di arrestare la perdita dei capelli!

Tutte le informazioni dettagliate su PROFOLAN si trovano sul sito ufficiale tramite il quale è possibile ordinarlo e approfittare della promozione.

ORDINA SUBITO PROFOLAN- OGGI IN OFFERTA!

Croste in testa cura

Come togliere le croste in testa? Ci siamo ti indichiamo subito cosa puoi fare!

Quando si hanno le croste in testa la prima cosa da fare è fissare un appuntamento da un dermatologo, che sarà in grado di risalire alla causa del problema e prescriverti la cura corretta.

È importante intervenire in maniera tempestiva di modo tale che la cura possa debellare completamente le croste in testa e le loro anomalie e favorire una guarigione molto veloce. È importante evitare il fai da te e affidarsi ad un dermatologo che possa prescrive più trattamenti farmacologici, quasi sempre locali, utili a risolvere definitivamente la situazione.

Croste in testa rimedi naturali

Naturalmente esistono dei rimedi naturali che ti aiuteranno a trovare sollievo se soffri di croste in testa.

Pertanto nell’attesa di farti visitare da un dermatologo puoi ricorrere all’utilizzo e all’applicazione di alcuni rimedi naturali che ti indichiamo subito.

Gel di aloe vera

L’aloe vera funziona molto bene quando si hanno le croste in testa soprattutto quando si avverte molto prurito e il cuoio capelluto appare molto irritato. Il suo raggio di azione risulta molto utile sia che si abbia a che fare con crosticine secche sia con le croste grasse.

Il suo utilizzo è molto semplice.

Basta applicare due o tre noci di gel di aloe vera sui capelli massaggiando delicatamente, insistendo sul cuoio capelluto, lasciandolo agire per circa 15 minuti. Una volta terminato il tempo di posa basterà risciacquare i capelli utilizzando uno shampoo non aggressivo, delicato, costituito da prodotti naturali e privo di prodotti chimici.

Un altro utilizzo prevede l’aggiunta di una noce di gel di aloe vera alla dose dello shampoo che utilizzi normalmente. Lava e detergi i capelli come fai di solito applicando questa miscela. Affichè si possano trarre benefici dall’applicazione del gel di aloe vera è fondamentale comprare un prodotto di qualità che contenga il 90% di gel di puro aloe.

Clicca qui e scopri le proprietà del gel di Aloe Vera!

Olio di tea tree

L’olio di tea tree, gode di proprietà antibatteriche e antinfiammatorie; risulta molto efficace se applicato sulle croste. Pertanto basta diluire 4 gocce di tea tree in un cucchiaino di olio di oliva e applicare la miscela, con l’aiuto di un cotton fiocc direttamente sulle croste.

Olio di cocco

L’olio di cocco è molto utile per idratare il cuoio capelluto e ha un’azione seboregolatrice che risulta molto utile qualora le croste siano secche, ma si avverta comunque molto prurito. È possibile applicarlo localmente o aggiungere 5 gocce di olio essenziale di cocco direttamente alla dose dello shampoo che utilizzi di solito.

Come prevenire le croste in testa

Sicuramente se sei soggetto ad avere le croste in testa puoi provare ad adottare alcuni accorgimenti utili per prevenire questo fastidiosissimo problema.

Innanzitutto ricordati di utilizzare prodotti di qualità. Shampoo eccessivamente aggressivi e non di qualità favoriscono l’alterazione dell’equilibrio della produzione di sebo del cuoio capelluto, la formazione della forfora e lo sviluppo della psoriasi o della dermatite seborroica.

Inoltre quando avverti prurito cerca di resistere ed evita di grattare continuamente la testa favorendo irritazioni e la formazione delle croste. Consulta un dermatologo che possa approfondire la situazione e aiutarti a curare definitivamente le croste.

Croste in testa: shampoo da scegliere

La scelta dello shampoo è fondamentale e non deve essere casuale o frettolosa.

Quando si hanno le croste in testa bisogna sicuramente prediligere uno shampoo specifico che non comprometta il naturale PH del cuoio capelluto.

Scegliere uno shampoo che tra gli ingredienti contenga l’acido salicilico è la giusta scelta.

Riguardo i capelli potrebbero interessarti:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here