brufoli nel naso, come eliminarli

I brufoli nel naso possono essere davvero fastidiosi, specialmente perché a volte si presentano come brufoli sottopelle, quando si verificano stati di infiammazione della cute, che possono comportare anche la comparsa di brufoli dolorosi nel naso.

In questi casi bisogna sempre rivolgersi al proprio medico di fiducia o ad un esperto dermatologo, per cercare di sapere qual è la strategia più adatta a risolvere il problema.

I continui brufoli nel naso possono comportare infatti notevole disagio.

Anche se non ci sono conseguenze mettendo il dito all’interno della narice, l’impatto è comunque sgradevole.

Per esempio, quando si starnutisce, la sensazione è molto fastidiosa e tra l’altro proprio la sensazione di avere qualcosa all’interno della narice potrebbe portare anche a starnutire molto più facilmente e più di frequente.

Ma come eliminare i brufoli nel naso? Vediamo tutti i particolari.

Sintomi

I brufoli nel naso possono comportare delle manifestazioni sintomatologiche che non riguardano soltanto la tendenza a starnutire più di frequente.

Infatti spesso l’infiammazione che sta alla base della loro comparsa dà molti fastidi all’interno delle narici.

Alcune persone sono solite grattarsi con le unghie la parte interna del naso.

Tutto ciò è molto pericoloso, perché gli eventuali microbatteri patogeni presenti sulle unghie si possono spostare nel naso.

Si aggravano così l’infezione e l’infiammazione e il brufolo può dare luogo a delle perdite biancastre o di colore giallo.

Non bisogna trascurare il problema, perché si vede benissimo come in queste situazioni del genere l’infiammazione è davvero estesa e si può manifestare con una zona nasale che si arrossa.

È importante comunque puntare sulla prevenzione, evitando di mettersi le dita nel naso e, se proprio hai la necessità di ispezionare le narici all’interno, dovresti utilizzare un fazzoletto di tessuto delicato.

Le cause che comportano i brufoli nel naso

Sono diverse le cause dei brufoli nel naso, che si possono manifestare anche come brufoli e croste nel naso o, come abbiamo specificato precedentemente, come brufoli sottopelle nel naso.

I brufoli nel naso possono comparire proprio quando si hanno le mani sporche e ci si tocca il viso, quando non si bada ad un’accurata igiene del volto o quando non si asciuga il viso dopo averlo lavato con un asciugamano completamente pulito.

Un’altra causa della comparsa dei brufoli nel naso potrebbe essere costituita da un’abitudine che spesso alcune persone hanno.

Per esempio non si dovrebbe mai usare un fazzoletto già usato per soffiarsi il naso, perché all’interno ci potrebbero essere dei germi già in precedenza, che causano infezione e questa comporta la comparsa del brufolo.

Ma i brufoli nel naso possono comparire anche per altri motivi.

Spesso la causa è lo stress oppure si tratta di un fenomeno che si riscontra in seguito ad una sinusite cronica.

In ogni caso avere delle basse difese immunitarie può essere rischioso, perché comporta facilmente la presenza di questo disturbo, così come un fattore di rischio è rappresentato anche dal fatto di soffrire di parassiti intestinali.

Infine, tra le cause di brufoli nel naso, non trascuriamo quelle alimentari.

Anche seguire una dieta ricca di grassi potrebbe essere alla base del problema.

Rimedi che funzionano

Ma quali sono i rimedi per i brufoli nel naso? E inoltre come togliere i brufoli nel naso?

Il medico per esempio potrebbe consigliare l’assunzione di antibiotici quando riscontra un’infezione come causa della comparsa dei brufoli nel naso.

Oppure per esempio può prescrivere dei farmaci antifungini, se ritiene che ci sia un’infezione da funghi all’interno delle narici.

La raccomandazione è sempre quella di seguire ciò che dice il medico, perché alcuni rimedi “di carattere popolare” possono anche rivelarsi inefficaci.

Ad esempio c’è la convinzione diffusa, secondo la quale, per liberarsi dai brufoli, bisognerebbe bere tanta acqua.

Alla base di questa teoria c’è la convinzione che l’acne sia un effetto delle tossine nel corpo.

Ma bere acqua non si può considerare una soluzione completamente adeguata a risolvere il disturbo.

Alcuni per esempio suggeriscono di applicare un panno caldo sul naso, perché in questo modo si potrebbe ridurre il gonfiore.

Ma spesso anche questo trattamento si rivela inefficace, se non in alcuni casi anche dannoso.

Infatti il risultato potrebbe consistere nel fatto che l’infezione si sposti di più verso il basso, creando un maggiore disagio.

Non dimentichiamo che il passaggio nasale è collegato alla gola, quindi si potrebbe rischiare anche un diffondersi dell’infezione dalla gola allo stomaco e quindi coinvolgere anche l’apparato digerente.

Rimedi naturali

Ma ci sono dei rimedi naturali per i brufoli nel naso a cui potere fare ricorso in attesa di consultare il medico?

Alcuni usano ad esempio l’olio di malaleuca, che ha proprietà antimicotiche e antinfiammatorie.

Le gocce di olio di malaleuca vanno diluite nell’acqua, nell’olio d’oliva o nel gel di aloe vera.

Poi si imbeve un batuffolo di cotone e si applica a livello topico, un po’ all’interno della narice.

Si lascia in posa per qualche minuto e poi si risciacqua con acqua tiepida.

Puoi provare anche con una bustina di tè calda, soprattutto se si tratta di brufoli sottopelle.

Il tè verde e il tè nero infatti abbondano di tannini, che sono delle sostanze dalle proprietà antinfiammatorie.

Contro i brufoli sottopelle anche il miele può essere un rimedio casaligno utile, perché possiede proprietà antimicotiche e antibatteriche.

Basta applicarlo sul brufolo e lasciarlo agire per circa 20 minuti, per poi risciacquare con acqua tiepida.

Altri rimedi naturali possono essere costituiti dal latte, per eliminare le impurità che chiudono i pori della pelle e che quindi causano la comparsa dei brufoli, dall’aloe vera o dall’aceto di mele.

Alcuni usano anche il succo di cipolla, dagli effetti antisettici e analgesici, o il succo di melone amaro e lime, che contengono delle sostanze acide in grado di trattare con efficacia l’ambiente interno che favorisce la presenza di batteri alla base della comparsa dei brufoli.

In ogni caso ricordati sempre di lavare ogni giorno il viso, almeno due volte nel corso della giornata, e di non usare a questo scopo detergenti aggressivi.

Non strofinare mai il viso, ma massaggia delicatamente, usa prodotti detergenti senza alcol, il quale potrebbe irritare e danneggiare la pelle.

Non applicare il classico metodo del dentifricio sul brufolo, perché potresti incorrere in un’irritazione cutanea.

Approfondimenti utili sui brufoli:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here