bruciore durante la minzione uomo

Il bruciore durante la minzione può essere davvero fastidioso.

Si può trattare di un leggero bruciore durante la minzione oppure a volte il sintomo può avere una maggiore intensità.

Ma che cosa significa il bruciore durante la minzione nell’uomo?

Il bruciore durante la minzione può essere rapportato a diverse cause. In ogni caso si tratta, sia nell’uomo che nella donna, di un segnale che può presentarsi frequentemente e che indica un problema che riguarda l’apparato uro-genitale.

Spesso non si presenta come sintomo singolo, ma è associato ad altre manifestazioni sintomatologiche, analizzando le quali è possibile fare una diagnosi più precisa del disturbo che sta alla base del bruciore durante la minzione.

Nella maggior parte dei casi tende a scomparire spontaneamente.

Soltanto in alcune situazioni può persistere. In questo caso è importante che tu ti rivolga al tuo medico di fiducia, per riuscire a comprendere quale patologia potrebbe nascondersi dietro al bruciore durante la minzione.

Sintomi del bruciore

Il bruciore durante la minzione è già di per se stesso un sintomo caratteristico.

A volte può essere associato ad un più ampio spettro sintomatologico.

Infatti si possono presentare nausea e vomito, emissione di sangue insieme alle urine, emissione difficoltosa o dolorosa dell’urina stessa.

A volte si hanno prurito intimo e bruciore durante la minzione.

Tutti questi sintomi vanno comunicati al medico, quando ci si rivolge ad un esperto, per comunicare il problema.

In base all’analisi sintomatologica, il medico può sospettare che ci siano problemi vari, come potrebbero essere una cistite nell’uomo o un’infezione delle vie urinarie.

Cause del bruciore

Diverse sono le cause che possono essere rapportate al bruciore durante la minzione.

Tra le più comuni abbiamo le infezioni delle vie urinarie, che è possibile dividere in due categorie, l’uretrite e la cistite.

I microrganismi patogeni che più sono responsabili di un’infezione di questo tipo sono l’Escherichia coli, il Citomegalovirus e l’Herpes simplex di tipo II.

In genere chi soffre di un’infezione alle vie urinarie presenta anche ematuria, emissione difficoltosa delle urine e dolore.

Altre cause possono essere le malattie sessualmente trasmesse, come per esempio la gonorrea, l’infezione da clamidia, la sifilide e l’herpes genitale.

Ma spesso il bruciore durante la minzione è sintomo anche della presenza di calcoli ai reni.

Infatti i calcoli provocano i ristagni dell’urina e aumentano il rischio di infezioni urinarie. Anche in questo caso un altro sintomo caratteristico è costituito dalla presenza di sangue nelle urine.

Nell’uomo un’altra causa è costituita dalla prostatite.

Infatti con la prostatite si ha un restringimento dell’uretra e si creano le condizioni per l’avanzare di un’infezione delle vie urinarie.

Nella donna un’altra infezione tipica è la vaginite, provocata da batteri o funghi. In questo caso si possono avere prurito e secrezioni vaginali biancastre.

Rimedi contro il bruciore durante la minzione

È sempre importante che tu ti rivolga al tuo medico di fiducia. Infatti tieni presente che il bruciore durante la minzione è soltanto uno dei sintomi che ricorre in presenza di una patologia vera e propria.

Il medico provvede a farti alcune domande riguardo a questo sintomo. Ti può chiedere per esempio se compare all’improvviso, se il grado di bruciore è più alto all’inizio o alla fine della minzione, se è accompagnato da altri sintomi, come dolore, sangue nelle urine e febbre.

A scopo diagnostico può prescriverti di eseguire alcuni esami molto importanti.

Per esempio ti può far sottoporre a delle analisi del sangue e ad un esame dell’urina. In particolare può richiedere l’urino-coltura, che serve a ricercare la presenza di eventuali batteri nelle urine.

Inoltre, per verificare se si tratta ad esempio di calcoli renali, può sottoporre ad un’ecografia dell’apparato urinario.

I farmaci

La terapia può variare a seconda della causa che sta alla base del problema.

Per esempio nel caso di un’infezione delle vie urinarie il medico può consigliare di prendere degli antibiotici e degli antinfiammatori.

Una buona pratica, che sicuramente consigliano anche i medici, è quella di bere molta acqua durante il giorno, anche nell’ottica di prevenzione delle infezioni.

È essenziale praticare un’accurata igiene personale e moderarsi nell’alimentazione, evitando cibi ricchi di zuccheri, di spezie, alcol e caffeina, che possono favorire lo sviluppo dei batteri.

I rimedi naturali

Ci sono diversi rimedi naturali che puoi utilizzare in caso di bruciore durante la minzione.

Uno di questi è l’infuso di prezzemolo, che ha proprietà antinfiammatorie. Soprattutto è usato in caso di cistite.

Il prezzemolo ha composti diuretici, che stimolano i reni alla produzione di urina.

In questo modo, quindi, si può ripulire meglio il sistema urinario e contrastare le infezioni batteriche.

Fai bollire una tazza d’acqua e aggiungi un cucchiaio di prezzemolo. Dopo che la bevanda diventa tiepida, bevila assumendo l’infuso due o tre volte al giorno.

Anche il bicarbonato di sodio sciolto in mezza tazza d’acqua può essere molto utile, perché allevia l’irritazione e aiuta l’organismo a combattere batteri e funghi.

Prendi un quarto di cucchiaino di bicarbonato di sodio in mezza tazza d’acqua due volte al giorno.

In alternativa puoi utilizzare l’aceto di mele.

Dovresti prendere un cucchiaio di aceto di mele sciolto in mezza tazza d’acqua, a cui aggiungi un cucchiaio di miele.

Assumi la bevanda due volte al giorno, specialmente dopo i pasti principali.

L’aceto di mele è molto importante contro le infezioni delle vie urinarie, perché contiene una sostanza che si chiama acido acetico, che interviene nel regolare il PH dell’organismo.

Riduce l’infiammazione e impedisce che si venga a creare nell’organismo l’ambiente di cui hanno bisogno i batteri per svilupparsi.

Puoi provare anche con l’acqua di semi di lino. Basta mettere un cucchiaio di semi di lino in una tazza d’acqua calda.

Devi lasciar riposare per circa cinque ore e poi assumere la bevanda a digiuno per due o tre giorni.

L’acqua di semi di lino è ricca di antiossidanti che tonificano la vescica e tengono sotto controllo l’infiammazione e di conseguenza anche il bruciore durante la minzione.

Un altro rimedio naturale a cui puoi fare ricorso è l’infuso d’aglio.

Fai bollire una tazza d’acqua con due spicchi d’aglio, schiacciali nell’acqua e poi assumi la bevanda due volte al giorno, sfruttando le importanti proprietà dell’aglio, che è l’antibiotico naturale per eccellenza.

Approfondimenti utili:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here