[mashshare]
bolle sulla pelle: bolle d'acqua sulla pelle

Cosa fare in presenza di bolle sulla pelle?

Quali sono le cause di queste vere e proprie lesioni? Come effettuare una diagnosi corretta?

Rispondiamo a queste domande con una guida utile, che ti permetterà di capire a cosa sono dovute queste bolle sulla pelle e come trovare il rimedio più adatto per contrastarne la formazione.

Possiamo avere delle bolle rosse sulla pelle o delle bolle bianche sulla pelle.

In tutti i casi è importante che tu ti rivolga al tuo medico di fiducia, che saprà indicarti a cosa sono dovute queste bolle con liquido sulla pelle e cosa fare per procedere al trattamento.

Le bolle sulla pelle sono dei segni che appaiono sollevate rispetto al piano della cute e possono presentare delle dimensioni che variano tra i 5 e i 10 millimetri per quanto riguarda il diametro.

La presenza di bolle con acqua sulla pelle può essere dovuta a vari motivi, da un’esposizione al freddo intenso fino a scottature di moderata o grave entità.

La comparsa delle bolle sulla pelle può essere determinata anche dall’esposizione a sostanze irritanti, un problema che viene indicato con il nome di dermatite irritativa da contatto.

Possono presentarsi anche altri sintomi, come il prurito o l’arrossamento.

I rimedi da attuare dipendono dalla causa che determina il problema e possono includere dei trattamenti con l’obiettivo di prevenire l’eventuale presenza di complicanze che possono derivare dallo sviluppo di infezioni.

Le cause e i fattori di rischio

Le bolle sulla pelle, anche quando si tratta di bolle rosse sulla pelle senza prurito, possono essere causate da diverse ragioni.

Si può trattare di infezioni da herpes, di acne, di varicella, di psoriasi, di malattie autoimmuni della pelle, di manifestazioni allergiche.

Inoltre le bolle sulla pelle possono essere determinate anche da intolleranze a medicinali o da punture di insetti.

Vediamo le possibili cause.

Sfregamento della pelle

Strane bolle sul corpo o  bolle d’acqua sulla pelle possono presentarsi quando si esercita una pressione per lungo tempo della cute contro agenti esterni.

Si può trattare anche di piccole bolle sulla pelle, che di frequente si presentano su mani e piedi, proprio per il fatto che queste parti del corpo vengono sottoposte al contatto ripetuto con l’ambiente esterno.

Scottature

Quando la pelle viene a contatto con un agente esterno molto caldo, può verificarsi la comparsa di bollicine sulla cute.

Allo stesso modo questa condizione può presentarsi quando si espone la pelle ai raggi UV o ai raggi X.

Freddo intenso o sostanze irritanti

A volte le bolle sulla cute possono presentarsi quando avvengono dei danni a causa del freddo estremo.

Si tratta di una manifestazione che nella maggior parte dei casi interessa le mani e i piedi, che sono più esposti al freddo.

Inoltre le bolle sulla pelle possono formarsi in caso di contatto della cute con cosmetici o prodotti che contengono sostanze chimiche irritanti. Si tratta della cosiddetta dermatite allergica da contatto.

Questa condizione può verificarsi anche quando la pelle è esposta alla puntura di un insetto o quando avviene il contatto con allergeni, come la polvere o i pollini.

Malattie autoimmuni della pelle

Sono diverse le malattie autoimmuni che possono interessare la cute. Alcune condizioni possono essere abbastanza comuni e includono le seguenti patologie:

  • pemfigoide bolloso – causa delle lesioni di moderata entità. Le bolle sulla pelle vanno incontro più facilmente ad una guarigione e non causano delle complicanze gravi. Si tratta di una patologia che interessa in maniera particolare gli anziani;
  • pemfigoide volgare – è una variante molto più grave rispetto alla precedente. Le lesioni hanno liquido sieroso e possono rompersi in modo facile se viene effettuata una pressione sulla cute. In questi casi possono verificarsi delle ulcerazioni che causano dolore e che possono andare incontro ad infezioni. È una malattia che può avere risvolti fatali;
  • dermatite erpetiforme – è una patologia della pelle cronica, che può manifestarsi con vescicole di piccole dimensioni che solitamente si trovano su ginocchia, glutei, schiena o gomiti.

Reazioni a medicinali

A volte le bolle sulla pelle possono manifestarsi a causa di reazioni allergiche a sostanze contenute nei medicinali.

Per questo motivo, per evitare reazioni di questo tipo, è sempre opportuno parlare con il medico di fiducia prima di assumere nuovi farmaci.

Ricorda che, in caso di manifestazioni di questo genere che si presentano in seguito all’assunzione di farmaci o in caso di presenza di bolle di sangue sulla pelle, è fondamentale informare tempestivamente il medico.

La diagnosi delle bolle sulla cute

Il medico di fiducia o uno specialista dermatologo potranno valutare attentamente la condizione in cui si trovano le bolle sulla pelle, per procedere ad un’accurata diagnosi del problema.

Se si verifica una presenza continua di bollicine sulla cute o se queste si presentano in quantità elevata, è fondamentale consultare uno specialista.

Quest’ultimo potrà effettuare un’analisi della zona colpita, valutando l’estensione delle bolle e eventuali segnali di infezione.

In alcuni casi potrebbe essere importante sottoporsi ad una biopsia della pelle.

Rimedi efficaci

Le bolle sulla pelle spesso oltre ad essere fastidiose rendono la pelle o le zone del corpo dove sono localizzate molto sensibili. Per questo motivo è importante applicare i rimedi corretti per trarre sollievo in attesa di una visita medica.

Ti indichiamo i rimedi più efficaci!

Amido di riso

Se avverti prurito, o la pelle risulta delicata e molto arrossata un rimedio che funziona molto bene consiste nel lavare le zone del corpo interessate dalle bole con acqua tiepida e amido di riso. L’ideale sarebbe immergersi in un bagno di acqua tiepida e amido di riso per almeno 10 minuti. La pelle risulterà meno arrossata e morbida.

Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio è un ottimo antibatterico e pertanto alternare bagni tiepidi a base di amido di riso con bagni a base di acqua tiepida e bicarbonato di sodio può migliorare enormemente la situazione.

Hai prurito o rossore sulla pelle e non sai cosa fare? 

Scopri come ottenere sollievo dal rossore, bruciore e prurito cutaneo grazie ad una nuovissima formula naturale a base di 3 principi attivi che agiscono fin dalla prima applicazione.

Non perdere tempo e Usa DERMOFITOSOMA3: IL SOLLIEVO NATURALE DALL'IRRITAZIONE LOCALE!

dermofitosoma3 come si ordina​​​​​​​​<<<ORDINA SUBITO DERMOFITOSOMA3 OGGI A UN PREZZO SUPER!>>>

Il trattamento delle bollicine sulla pelle

In molti casi la presenza di piccole bolle sulla pelle non richiede dei trattamenti specifici, ma esclusivamente delle azioni che siano capaci di evitare delle complicanze rappresentate spesso da infezioni.

Naturalmente bisogna agire tempestivamente se le bolle si presentano spesso, se sono collegate alla presenza di patologie gravi, se sono presenti ustioni o infezioni alla base.

In caso di bolle da attrito, bisogna lavare accuratamente l’area della pelle interessata dalla lesione utilizzando acqua e sapone o ricorrendo ai rimedi che ti abbiamo indicato di in precedenza. In questi casi non bisogna staccare la parte di pelle che copre la bolla, se quest’ultima si è rotta.

È opportuno coprire il tutto con una medicazione.

Il medico potrebbe prescrivere in alcune condizioni dei farmaci specifici, come antisettici, per rendere più semplice la guarigione ed evitare l’insorgenza di infezioni, antibiotici (quando è presente un’infezione batterica), antimicotici (in presenza di un’infezione fungina), antivirali (per un’infezione virale).

Le strategie di prevenzione

Per effettuare una strategia di prevenzione adeguata delle bolle sulla pelle è opportuno agire applicando cuscinetti protettivi sotto forma di gel sulla pelle e indossare abiti non attillati ma rigorosamente in cotone, per evitare la comparsa di lesioni.

Inoltre ricorda di non lavare la pelle utilizzando acqua calda, ma solo acqua tiepida di modo tale da lenire l’arrossamento.

È opportuno usare delle protezioni solari utili per impedire la comparsa di scottature e prestare molta attenzione all’utilizzo di fonti di calore.

Inoltre è importante non esporre la pelle a contatto con sostanze che potrebbero causare irritazione, come elementi chimici, prodotti per l’igiene aggressivi e solventi di vario genere.

Articoli per approfondire:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here