bruciore e prurito intimo esterno

Il bruciore e prurito intimo, la maggior parte delle volte arriva all’improvviso e tende ad aumentare con il passare delle ore.

In realtà molto spesso la sua regressione o il suo sviluppo è strettamente correlato alla causa che lo ha comportato.

Proprio per questo motivo è importante intervenire il prima possibile, riconoscere i sintomi e accertarsi sulla causa che ha provocato l’insorgere del prurito e del bruciore intimo.

In questo articolo ti spiegheremo che cos’è il bruciore intimo, quali sono i sintomi più diffusi, quali le cause che lo provocano e quali sono i rimedi da utilizzare o applicare.

Bruciore e prurito intimo di cosa si tratta

Generalmente, come ti dicevamo prima il bruciore e il prurito intimo arriva all’improvviso magari, mentre sei a scuola o stai lavorando. Insomma non esiste un momento preciso! Potresti avvertire questo fastidioso sintomo sia di giorno sia di notte anche mentre stai dormendo.

Le cause che comportano il bruciore e il prurito intimo possono essere molteplici e molto diverse tra loro, in ogni caso ci teniamo a precisare che quando si avverte prurito o bruciore intimo è necessario assicurarsi di aver effettuato correttamente un’accurata igiene intima.

Pertanto nel caso di prurito e bruciore la prima cosa da fare è provvedere all’igiene della vulva e dell’ano.

Quali sono i sintomi

Molto spesso si parla di bruciore e prurito intimo, in realtà è fondamentale riconoscere i sintomi e ascoltarsi con attenzione, in quanto anche i sintomi legati ad un fastidio della vulva possono essere diversi.

Molto spesso parlare dunque di bruciore o prurito intimo è troppo generico. Nello specifico i sintomi possono essere i seguenti:

  • Prurito intimo esterno
  • Prurito intimo interno
  • Bruciore intimo esterno
  • Bruciore intimo interno
  • Bruciore e prurito intimo esterno
  • Bruciore e prurito intimo interno
  • Prurito e bruciore intimo con perdite
  • Bruciore e prurito intimo senza perdite
  • Prurito bruciore e gonfiore intimo

Riconoscere molto bene i sintomi sarà molto utile a te stessa per utilizzare il rimedio naturale più appropriato in attesa di una visita ginecologica e allo stesso tempo si rivelerà molto utile per il ginecologo per accertare la diagnosi e prescriverti la cura più adatta e più corretta di modo tale che tu possa guarire il prima possibile.

Qual è la prima cosa che devi fare quando hai a che fare con bruciore e prurito nella zona genitale

Non so poche le donne che pur avvertendo prurito e bruciore intimo tendono a sottovalutare il problema ricorrendo a rimedi fai da te che molto spesso non si rivelano per niente utili ed efficaci.

Pertanto ci teniamo a mettere le cose in chiaro sin da subito!

Se da due o tre giorni soffri di prurito e bruciore intimo la prima cosa che devi fare è fissare un appuntamento con il tuo ginecologo di modo tale che il problema possa essere debellato il prima possibile.

Non vogliamo allarmarti, ma devi sapere che spesso il prurito o il bruciore che si prova al pube o nella zona genitale può essere il sintomo provocato da una malattia o infezione delle parti intime che è fondamentale curare il prima possibile di modo tale che venga debellata una volta per tutte.

Posticipare la visita da un ginecologo, non farebbe altro se non favorire la progressione dell’infezione che con il tempo potrebbe cronicizzarsi.

Il ginecologo tramite una semplice visita ginecologica valuterà gli organi interni genitali e verificherà le condizioni come rossore o prurito legate alla vulva.

In alcuni casi effettuerà un tampone vaginale per accertare con certezza la diagnosi e prescrivere la cura farmacologica più corretta.

La cura farmacologica, a seconda della causa potrà essere locale o per bocca.

In ogni caso, come ti dicevamo prima, è importante non prendere alla leggera il problema e sottoporsii a questa visita il prima possibile di modo tale che tu possa liberarti definitivamente del problema una volta per tutte.

Quali sono le cause che comportano il prurito e bruciore intimo

Le cause che comportano la comparsa del bruciore e prurito intimo sono molteplici e molto diverse tra loro.

A volte questo fastidioso problema possono essere delle cattive abitudini come quelle che ti segnaliamo di seguito.

Scarsa o scorretta igiene intima

Una scarsa e scorretta igiene intima può comportare la comparsa di prurito o bruciore nelle parti intime.

Proprio per questo motivo è di fondamentale importanza effettuare una corretta igiene quotidiana utilizzando un detergente naturale e non aggressivo che non alteri il PH della pelle. Ricorda che alcune volte basta adottare delle semplici abitudini per risolvere o prevenire incresciosi fastidi!

Indumenti di materiali sintetici

Altre volte a comportare prurito o bruciore intimo possono essere slip di materiale sintetico, pantaloni troppo stretti e fascianti, guaine troppo strette.

Insomma indumenti non in cotone che impediscono la normale traspirazione della pelle irritando i genitali e comportando fastidi come il bruciore o il prurito. Pertanto indossare indumenti non troppo fascianti e biancheria di cotone potrebbe essere molto utile.

Stress

Infine alcune volte, periodi particolarmente intensi e molto stressanti possono alterare l’equilibrio del tuo corpo in particolare la flora batterica comportando bruciore e prurito intimo.

In questo caso, molto spesso, oltre ad avvertire bruciore e prurito intimo noterai anche delle perdite biancastre in quanto potrebbe essere in atto una vera e propria infezione.

In altri casi, come ti accennavamo prima, il bruciore e prurito intimo sono il sintomo di un’infezione o malattia degli organi genitali che merita l’attenzione di un ginecologo.

Potrebbe trattarsi di:

Candida

La candida è molto diffusa e si tratta di un’infezione causata da un fungo conosciuto con il nome di Candida Albicans che vive nell’intestino senza provocare alcun problema. Se si modificano le condizioni ambientali o si modifica la flora batterica il fungo prende il sopravvento e comincia a provocare fastidi e disagi legati a prurito e bruciore vaginale con la presenza di perdite bianche ricottose. Se pensi di avere a che fare con la candida o cuoi saperne di più ti consigliamo la lettura di questo articolo:Candida: come riconoscerla e curarla facilmente

Vaginite

È un’infiammazione della vagina che può comportare prurito intimo e perdite vaginali.

Può essere dovuta a carenze alimentari, scarsa igiene o provocata da infezioni come la candida.

Proprio per questo motivo è fondamentale recarsi da un ginecologo che accerti la diagnosi e prescriva una cura.

Menopausa

Il calo degli estrogeni che si verifica in questo periodo molto delicato per la donna può comportare dei cambiamenti importanti della mucosa vaginale i cui sintomi possono essere secchezza vaginale e prurito intimo.

Anche in questo caso è importante avvertire il ginecologo che potrà consigliare dei rimedi o dei farmaci che potranno rivelarsi un valido aiuto per risolvere il problema.

Malattie sessualmente trasmissibili

In ultimo il prurito e il bruciore vaginale a volte può essere comportato da malattie che si diffondono tramite i rapporti sessuali e che non vanno assolutamente sottovalutate. In questo specifico caso, oltre ad essere necessaria una visita ginecologica diventa fondamentale astenersi dai rapporti sessuali fino a quando non sarà accertata la causa del problema. Puoi trovare tutte le informazioni che ti servono qui:Malattie sessualmente trasmissibili

Bruciore e prurito intimo in gravidanza

Se sei in attesa di un bebè e avverti prurito o bruciore alla vulva, non devi allarmarti potrebbe essere una situazione momentanea o passeggere o potresti aver contratto un’infezione dovuta al delicato periodo della gravidanza. Il consiglio migliore che possiamo darti è quello di segnalare il fastidio al tuo ginecologo che saprà prendersi cura di te e consigliarti sul da farsi.

Prurito e bruciore intimo rimedi naturali

Tra i rimedi naturali per bruciore e prurito intimo ai quali puoi ricorrere nell’attesa di una visita da ginecologo sicuramente ce ne sono alcuni che si riveleranno molto validi ed efficaci e di cui ti parliamo subito.

Semi di Pompelmo

Quando il prurito e il bruciore intimo non dà tregua e si notano delle perdite biancastre sicuramente un valido aiuto arriva dall’estratto di semi di pompelmo.

È un rimedio naturale portentoso in grado di combattere e debellare moltissimi microbi e molti tipi di funghi. Forse non lo sai ma abbiamo parlato in maniera molto dettagliata dei semi di pompelmo in questo articolo che ti segnaliamo:Estratto di Semi di Pompelmo o GSE: utilizzi e proprietà

Gel di aloe vera

L’aloe vera risulta molto efficace soprattutto sul sintomo del prurito. Pertanto se hai molto prurito puoi provare a detergere accuratamente i genitali e applicare il gel di aloe vera che lenirà l’arrossamento ricucendo notevolmente il prurito.

Tea tree oil

Un altro rimedio molto utile consiste nell’utilizzo dell’olio essenziale di melaleuca conosciuto soprattutto come tea tree oil.

Basta preparare un semicupio di acqua tiepida a cui verranno aggiunte 4-5 gocce di tea tree oil.

Il tea tree oil gode di proprietà antibatteriche e antimicotiche e si rivela risolutore ed efficace in molte situazioni. Pertanto potrebbe diventare un tuo alleato! Puoi trovare tutte le informazioni più utili è importanti su questo olio essenziale in questo articolo:

Come prevenire il prurito e bruciore vaginale

Prevendire il bruciore e prurito intimo è possibile, basta adottare dei semplicissimi accorgimenti che ti segnaliamo subito.

Indossa biancheria di cotone

Un accorgimento molto utile consiste nell’evitare di indossare biancheria intima in materiale sintetico soprattutto in questo particolare periodo in cui avverti prurito o bruciore intimo. Indossa e predilici slip rigorosamente in cotone possibilmente di colore bianco.

Detergi quotidianamente le tue parti intime

Ti ricordiamo che una corretta e quotidiana detersione intima aiuta a prevenire il problema e a lenire prurito e bruciore. È fondamentale  scegliere un detergente delicato e non aggressivo

Non indossare abiti troppo fascianti

I pantaloni attillati e fascianti piacciono a tutte le donne! Questo non significa non doverli indossare mai! Semplicemente, visto che come ti abbiamo indicato prima, a volte indumenti troppo stretti posso essere la causa di alcuni distrubi intimi, dovresti evitare di indossararli tutti i giorni.

Cura l’alimentazione

Sicuramente un’alimentazione ricca di verdura, frutta e fibre può essere un’ottima alleta per prevenire disturbi o fastidi vaginali. Allo stesso tempo ricordati di bere due litri di acqua al giorno in modo da permettere al tuo corpo di espellere tutte le tossine e le impurità.

Prova i fermenti lattici

Un altro accorgimento molto utile può essere quello di prenderti cura della tua flora intestinale assumendo in alcuni periodi dell’anno dei fermenti lattici.

Questo accorgimento si rivela molto utile soprattutto quando hai a che fare con periodi intensi e stressanti che potrebbero favorire un abbassamento delle difese immunitarie e alterare la tua flora batterica.

Potrebbero interessarti:

Oppure scegli tu cosa ti interessa di più esplorando la nostra pagina interamente dedicata alla salute e al benessere: CLICCA QUI!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here