[mashshare]
comedoni chiusi rimedi

I comedoni chiusi sono dei punti cutanei che si possono formare quando all’interno dei pori della pelle rimangono intrappolati eccessi di sebo, ai quali si può aggiungere anche la presenza di batteri.

Spesso i comedoni chiusi hanno un aspetto infiammato, ma non presentano una caratteristica punta che invece riscontriamo nei consueti brufoli.

Si possono manifestare in qualsiasi zona della pelle, anche se interessano soprattutto generalmente il viso, il collo, gli avambracci e la schiena.

Non solo rappresentano un inestetismo non indifferente, che può creare un certo fastidio e mettere a disagio, specialmente quando i comedoni chiusi sono tanti, ma questi punti potrebbero dar luogo anche a delle “complicazioni”.

Solitamente non determinano disturbi particolari, però in presenza di un alto livello di infiammazione o di infezione potrebbero provocare dolore e prurito.

Le cause che comportano la comparsa dei comedoni chiusi

Come abbiamo specificato precedentemente, la principale causa dei comedoni chiusi va rintracciata nell’attività eccessiva delle ghiandole sebacee, che producendo molto sebo finiscono con il farlo accumulare ostruendo i pori della pelle.

Tuttavia ci sono altre cause da considerare nella formazione dei comedoni bianchi chiusi. Ecco quali sono.

Squilibri ormonali

Spesso la formazione dei comedoni chiusi è da attribuire ad una mancanza di equilibrio a livello ormonale.

Non a caso essi sono tipici degli adolescenti, perché proprio nella fase che precede la pubertà gli ormoni androgeni vanno incontro ad un aumento.

Tutto ciò può determinare una stimolazione maggiore delle ghiandole sebacee, con la conseguente formazione di acne comedonica e comedoni chiusi.

SALVA LA TUA PELLE DA BRUFOLI, PUSTOLE, PUNTI NERI E ACNE!

USA NONACNE L'UNICO INTEGRATORE CHE CONTIENE INGREDIENTI UNICI E SELEZIONATI IN GRADO DI CURARE ACNE E PUNTI NERI.

NONACNE

ORDINA SUBITO NONACNE - NON PERDERE LA PROMOZIONE!

Altre cause

La comparsa dei comedoni chiusi può essere determinata anche da altri fattori.

Incidono in maniera determinante la scarsa igiene del viso, l’utilizzo di detergenti aggressivi, l’uso di cosmetici non adatti al proprio tipo di pelle, la presenza di cicatrici, lo stress.

Ha un ruolo fondamentale anche il fattore prettamente ereditario, ma a volte si può trattare anche semplicemente di un problema di alimentazione scorretta.

In estate i comedoni chiusi possono comparire soprattutto quando ci si espone eccessivamente e a lungo nel tempo ai raggi del sole che possono irritare la pelle con l’azione delle radiazioni ultraviolette.

Ecco perché, quando si tratta di fare una corretta diagnosi e di stabilire quali siano le cause che determinano la formazione dei comedoni chiusi, è sempre importante rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Devono essere escluse le diagnosi fai da te, perché è soltanto il medico, attraverso il considerare tutto il tuo stile di vita, a trovare il fattore o l’insieme dei fattori che contribuiscono alla formazione di questi punti, per poi curare ciò che sta alla base del problema o decidere eventualmente per l’asportazione dei comedoni chiusi.

Le cure proposte

Vediamo adesso come risolvere il problema dei comedoni chiusi, passando in rassegna i tipi di trattamenti a disposizione e vedendo quali sono per i comedoni chiusi i rimedi più consigliati dagli specialisti.

Nella pratica, come eliminare i comedoni chiusi?

Innanzitutto bisognerebbe evitare assolutamente di schiacciare con le dita o peggio ancora con le unghie i puntini, perché questi potrebbero dar luogo alla formazione di cicatrici sulla pelle, che possono restare anche in forma permanente.

I farmaci

Rivolgendosi al proprio dermatologo di fiducia, si possono avere a disposizione dei farmaci specifici per questo tipo di problema.

Una volta per eliminare i comedoni si utilizzavano i farmaci a base di retinoidi

Tuttavia questi farmaci avevano degli effetti collaterali piuttosto complessi.

Proprio per questo motivo attualmente si preferisce non utilizzarli, ma ricorrere in particolare a delle sedute di peeling che vengono effettuate con prodotti chimici.

Non si tratta altro che di trattamenti esfolianti, che levigano la pelle e rimuovono le cellule morte.

In questo modo viene stimolato il rinnovamento cellulare e si favorisce la produzione di collagene e di elastina, sostanze fondamentali per la pelle.

Per quanto riguarda i farmaci dobbiamo dire anche che esistono in commercio dei farmaci da banco, che si possono comprare in farmacia senza l’obbligo della prescrizione medica.

In genere si applicano direttamente sui punti, facendo agire i loro principi attivi che hanno un’azione antibatterica ed esfoliante.

Sono farmaci, come le creme a base di acido azelaico per comedoni chiusi, che generalmente vengono usati per il trattamento dell’acne, ma possono dare risultati efficaci anche nel trattamento dei punti bianchi.

Gli antibiotici invece devono essere prescritti necessariamente dal medico e sono destinati soltanto ai casi più gravi, quando l’infiammazione e l’infezione raggiungono livelli particolarmente elevati.

 

 brufoli sul visononsolodonne.netLEGGI LA NOSTRA GUIDA COMPLETA SU COME ELIMINARE I BRUFOLI VELOCEMENTE!

 L'ELENCO COMPLETO DEI RIMEDI CHE ELIMINANO I BRUFOLI IN UNA NOTTE!

INIZIA SUBITO!

I trattamenti termoestetici

A volte i farmaci da soli non possono bastare a risolvere il problema.

Per questo, rivolgendoti sempre al medico, puoi sapere quali altri trattamenti dermoestetici possono essere adatti al tuo caso.

Ci sono a disposizione degli interventi estremamente mini invasivi, che consistono nella microdermoabrasione, che viene effettuata con l’acido salicilico.

In alternativa si può ricorrere alla laser terapia oppure alla tecnica dell’enucleazione chirurgica.

Quest’ultima prevede l’espulsione del pus che c’è all’interno del punto, da realizzare con uno strumento di carattere chirurgico.

Generalmente questi trattamenti dermoestetici si rivelano risolutivi e prevengono anche la ricomparsa dei comedoni sulla pelle.

I rimedi naturali

Quali sono i rimedi naturali che possiamo utilizzare contro i comedoni chiusi?

Per esempio possiamo utilizzare l’olio di melaleuca, che lenisce le infiammazioni che a volte si possono riscontrare nei comedoni chiusi.

Basta applicare qualche goccia di questo olio su un batuffolo di cotone e poi strofinarlo delicatamente sul comedone.

Il trattamento dovrebbe essere ripetuto due volte al giorno per risultare efficace.

Alcuni come rimedio casalingo utilizzano l’aceto di mele, che avrebbe proprietà astringenti.

Anche l’aceto di mele andrebbe strofinato due volte al giorno sui comedoni chiusi.

Un’altra soluzione sempre a base di sostanze naturali sarebbe rappresentata dall’uso delle bustine di tè verde, rimedio utilizzato anche per il trattamento dell’acne.

Dopo aver messo in infusione la bustina di tè, aspetta che si raffreddi e poi applicala sulla pelle interessata dalla presenza degli antiestetici puntini.

Puoi provare anche con una maschera alle erbe. Per prepararla servono i seguenti ingredienti: un cucchiaio di miele, un albume, un cucchiaino di succo di limone, mezzo cucchiaino di un olio essenziale, come quello di lavanda, di calendula o di timo.

Dopo aver mescolato tutti gli ingredienti, otterrai un composto omogeneo da applicare sul viso, sul collo o sulla zona del corpo ricoperta dai comedoni.

Lascialo applicato per 15 minuti e poi risciacqua con acqua tiepida per rimuovere i residui della maschera.

Approfondimenti utili:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here