[mashshare]
Come arredare un monolocale

Arredare un monolocale vi mette ansia?

Niente paura è più facile di quello che pensate.

Innanzitutto dovete scegliere uno stile che vi piaccia, che sia espressione del vostro gusto in quanto sarà lui a dominare il vostro monolocale.

Avendo un’unica stanza, dovrete destinare ad ogni parete uno spazio ben preciso: cucina, zona pranzo, camera da letto.

Messa così non sembra per niente facile!

Vediamo più precisamente come e cosa fare passo per passo.

1. Arredare un monolocale: misurare con esattezza 

Dopo aver scelto lo stile e deciso a grandi linee la destinazione dello spazio dovete misurare con esattezza il vostro monolocale.

Non siate grossolani o superficiali. Ogni centimetro ha la sua importanza e si rivelerà prezioso per la distribuzione e collocazione dell’arredamento.

Inoltre, risulta fondamentale l’altezza dei muri. Fate attenzione in quanto potreste avere a disposizione solo 20mq, ma qualora le pareti fossero abbastanza alte lo spazio magicamente potrebbe essere molto di più.

Qualora non fosse così, niente panico. Fortunatamente oggi esistono delle soluzioni di arredamento molto pratiche, comode e salva spazio.

2. Le dimensioni dei mobili sono fondamentali per arredare un monolocale

Una volta prese le misure del monolocale, cercate di scegliere dei mobili nel rispetto delle proporzioni.

Anche se vi piacerebbe avere un tavolo di due metri per organizzare cene con gli amici, non dimenticatevi che lo spazio è poco e non dovete provarvi dello spazio vitale.

Pertanto optate per un tavolo più piccolo allungabile, o un tavolo consolle che non vi toglierebbe spazio e all’occorrenza vi permetterebbe di ospitare a cena molti amici.

Se vi piacerebbe avere un letto in più per ospitare un amico o un’amica, una soluzione molto pratica e moda potrebbe essere il pouf letto di cui vi abbiamo parlato nell’articolo:Pouf letto: perchè comprarlo e quanto costa

Lo stesso ragionamento andrà adottato per la scelta di tutti i mobili.

Se sceglierete i mobili con le giuste proporzioni il monolocale sembrerà  più grande.

3. Il colore delle pareti per arredare un monolocale

A meno che non abbiate a che fare con un monolocale di 50mq evitate i colori troppo scuri e accesi e prediligete colori chiari che tendono ad allargare la stanza e risultano rilassanti allo stesso tempo.

Se proprio non riuscite a rinunciare ad un colore acceso optate per decorare solo una parete della stanza di modo tale da non incupirla eccessivamente e non farla sembrare più piccola di quello che già non sia. Quando si parla di tinte chiare molto spesso si pensa solo al bianco o al grigio, in realtà non è così. Le tinte chiare per le pareti non sono poche! Innanzitutto esistono tantissime tonalità di bianco e di grigio e inoltre spesso risultano molto gradevoli esteticamente colori sul tortora, caffè e latte o carta da zucchero. Ultimamente è molto di tendenza scegliere un unico colore e applicarlo secondo le sue diverse gradazioni. Un esempio per un monolocale potrebbe essere quello di colorare due pareti di color grigio chiaro e le altre due pareti sempre grigie, ma di una o due tonalità più scure.

4. Come scegliere il letto

Naturalmente, la soluzione ideale per un monolocale è un letto a soppalco che permette di ottimizzare al massimo lo spazio in quanto nella parte sottostante può tranquillamente ospitare un divano di dimensioni comode.

Qualora l’altezza non ve lo permetta potreste optare per tre soluzioni:

  • Un divano letto;
  • Una parete attrezzata che si trasforma in letto singolo o matrimoniale;
  • Un letto con cassettone posizionato sul lato lungo della parete sul quale posizionando dei cuscini e un telo arredo di giorno fungerebbe da divano.

5. Dove posizionare il guardaroba

Dedicate una parete totalmente al guardaroba. Prendete le misure esatte della parete e occupatela posizionando una guardaroba che la occupi interamente o quasi.

Il guardaroba è fondamentale, pertanto è molto utile che ci sia, ma che non si noti troppo. Pertanto fate in modo che la parete e il guardaroba siano dello stesso colore, e prediligete un armadio senza maniglie.

6. Come comporre la cucina

Se lo spazio è poco optate per una mini cucina componibile che contenga tutto quello che vi serve. Oltre a cassetti e pensili, un’idea molto utile e pratica potrebbe essere quella di montare sulla parete della cucina un binario in acciaio o in legno, che possa ospitare, coperchi, strofinacci, scola posate e altri utensili da cucina. Inoltre fate in modo che ci siano tutti gli elettrodomestici utili; non fate l’errore di privarvi della lavastoviglie per avere un pensile in più. Piuttosto optate per l’inserimento di una mensola dove poggiare pentole e tegami non provandovi di nessun confort.

7. L’importanza delle trasparenze

Il vetro è un materiale che regala luce e un senso di leggerezza. È ideale negli ambienti non molto grandi. Pertanto potreste optare per un tavolo in vetro nella zona della cucina o per un tavolino in vetro di fronte o accanto al divano.

 8. Mensole e scaffali

Sfruttare al massimo la verticalità delle pareti è fondamentale.

Pertanto, per creare spazio all’interno del vostro monolocale l’ideale sarebbe posizionare delle mensole su pareti vicino all’entrata, nelle vicinanze del letto o della cucina.

Inoltre una soluzione molto pratica ed esteticamente gradevole da vedere potrebbe essere quella di inserire degli scaffali a filo con il soffitto.

9. L’importanza delle luci

La stragrande maggioranza delle volte quando si arreda la propria abitazione ci si dimentica di dare la giusta importanza alle luci.

Una cattiva illuminazione in un monolocale non farebbe altro se non renderlo angusto e tetro.

L’illuminazione all’interno di un monolocale non deve essere centrale, ma diffusa, pertanto l’ideale è un’illuminazione a sospensione che illumini tutti gli angoli della stanza.

Nel caso in cui l’illuminazione sia scarsa e non vogliate o possiate cambiarla, aggiungete delle lampade da terra che vi permetteranno di ottenere un’illuminazione più o meno omogenea.

10. Quali tende scegliere

Arredare un monolocale comprende anche la scelta delle tende che  dipenderà molto dallo stile che sceglierete.

Nel caso in cui abbiate optato per uno stile minimal e contemporaneo potete pensare di inserire delle tende a pacchetto o a rullo.

Nel caso di un o stile shabby o classico potete scegliere delle tende in tessuto. Attenzione in entrambi i casi a scegliere tende dal tessuto leggero e che permetta alla luce naturale di entrare.

Nel caso non abbiate scelto voi i mobili o il colore delle pareti, considerate la scelta delle tende di fondamentale importanza.Tende colorate e vivaci potrebbero infatti regalare all’ambiente stile, carattere e luminosità.

Leggi gli articoli su:

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here